I PORTOLANI


Lo scopo dei portolani è di raccogliere tutte le notizie fondamentali per la preparazione e la condotta della navigazione, la scelta delle carte da utilizzare, fornire informazioni sulla regolamentazione in atto, notizie geografiche e meteorologiche, descrizione delle coste, notizie oceanografiche relative all'area d'interesse, ad integrazione di quanto già riportato sulle carte nautiche.
Le sole carte nautiche non sono sufficienti per una coscienziosa preparazione della navigazione; bisogna anche consultare il Portolano.
L'origine storica dei portolani risale allo sviluppo della navigazione, quando si cominciò a raccogliere sistematicamente tutte le notizie ottenute dall'esperienza dei primi navigatori e dalle attività di indagine e ricerca promosse dalla scienza della navigazione.
Nel periodo delle grandi scoperte geografiche, gli stati che le avevano promosse ed intendevano avvalersi dell'esclusiva delle rotte oceaniche verso le Indie Orientali e quelle Occidentali, spesso tenevano segreti i Portolani compilati dai loro navigatori.
Oggi, finita l'era pionieristica ormai da alcuni secoli, queste pubblicazioni sono ormai ampiamente disponibili su base commerciale e solo alcune notizie molto specialistiche di carattere oceanografico, relative alla navigazione subacquea, potrebbero essere mantenute in forma esclusiva da alcuni stati.
L'Istituto Idrografico della Marina provvede alla pubblicazione del "Portolano del Mediterraneo" (11 volumi suddivisi per zone), che riguarda l'area del Mediterraneo e del Mar Nero e Mar d'Azov.
Una raccolta di portolani a più ampio sviluppo mondiale, pubblicata dall'Hydrographic Department inglese, è costituita dai 74 volumi denominati "Admiralty Sailing Directions", più comunemente noti come "Pilots", oggetto di periodico aggiornamento.
Analoghe pubblicazioni a carattere ufficiale, riguardanti tutti i mari del mondo, sono edite dal servizio idrografico francese e degli Stati Uniti.
Ormai da diversi anni, in relazione al formidabile sviluppo della nautica da diporto, si trovano in commercio numerose edizioni di portolani a carattere divulgativo, con particolare accenno agli aspetti di più immediato interesse per le imbarcazioni da diporto, quali la descrizione dei porti minori, porticcioli e "marine", con tutte le notizie riguardanti i punti di ormeggio, rifornimento, frequenze radio (o numeri di telefono) per la chiamata delle autorità portuali e molte altre notizie d'interesse.
Tali pubblicazioni si devono considerare utilissime, ma integrative della documentazione ufficiale; prima di rinunciare a quest'ultima è bene effettuare le opportune verifiche di contenuto, a riguardo dell'area in cui si intende effettuare la navigazione.