DOCUMENTI DI NAVIGAZIONE

 

I documenti di navigazione per le navi da diporto,rilasciati dall’ufficio che detiene il relativo registro all’atto dell’iscrizione, sono:

 

• la licenza di navigazione che abilita alla navigazione nelle acque interne e in quelle marittime senza alcun limite;

 

• il certificato di sicurezza che attesta lo stato di navigabilità.

 

I documenti di navigazione per le imbarcazioni da diporto, rilasciati dall’Ufficio che detiene il relativo registro all’atto di iscrizione sono:

 

• la licenza di navigazione che abilita al tipo di navigazione consentito dalle caratteristiche di costruzione dell’unità indicate sulla dichiarazione di conformità rilasciata dal costruttore o da un suo mandatario nella UE, ovvero da attestazione di idoneità rilasciata da un organismo autorizzato;

 

• il certificato di sicurezza che attesta lo stato di navigabilità.

 

Sulla licenza di navigazione per le navi e le imbarcazioni da diporto sono riportati:

 

• il numero e la sigla di iscrizione;

• il tipo e le caratteristiche principali dello scafo e dell’apparato motore;

• il nome del proprietario;

• il nome dell’unità se richiesta;

• l’ufficio di iscrizione;

• il tipo di navigazione autorizzata;

• la stazza per le navi da diporto.

 

Vengono inoltre annotati sulla licenza di navigazione:

 

• il numero massimo delle persone trasportabili;

• gli eventuali atti costitutivi, traslativi ed estintivi della proprietà e degli altri diritti reali di godimento e di garanzia sull’unità;

• l’eventuale uso commerciale dell’unità stessa.

 

La licenza di navigazione per le navi e le imbarcazioni da diporto deve essere mantenuta a bordo in originale o in copia autentica, se la navigazione avviene tra porti dello Stato. Anche il certificato di sicurezza per le navi e per le imbarcazioni da diporto, essendo il documento che attesta lo stato di navigabilità dell’unità, deve far parte dei documenti mantenuti a bordo.

 

In caso di furto o di smarrimento o di distruzione dei documenti prescritti, costituisce autorizzazione provvisoria alla navigazione tra porti nazionali, per la durata di trenta giorni, la denuncia sporta in occasione dell’evento occorso, a condizione che il certificato di sicurezza dell’unità sia in corso di validità e che vi sia un documento che attesti

la vigenza della copertura assicurativa.

Per lo svolgimento delle procedure amministrative i documenti di bordo possono essere inviati al competente ufficio su supporto informatico o per via telematica.

 

Le navi da diporto per le quali il procedimento di iscrizione non sia ancora concluso, possono essere abilitate alla navigazione dai rispettivi uffici di iscrizione con licenza provvisoria la cui validità non può essere superiore a sei mesi. Occorre procedere al rinnovo della licenza di navigazione in caso di cambio del numero e della sigla dell’ufficio di iscrizione, delle caratteristiche principali dello scafo e dell’apparato motore nonché del tipo di navigazione autorizzata.

 

La denuncia dell’avvenuta presentazione dei documenti necessari per il rinnovo sostituisce la licenza di  navigazione per la durata massima di venti giorni.

 

 In relazione alla licenza di navigazione per la nautica da diporto sono dovuti dei diritti amministrativi.