BELVEDERE MARITTIMO

Situato sulla costa tirrenica, tra Diamante e Sangineto, la cittadina è di origini antichissime ma sulle quali esistono diverse discordanze tra gli storici. La tesi più ricorrente la ricollega a Skidro, subcolonia di Sibari. L'attuale centro può essere, comunque, fatto risalire al XII secolo. Ruggero il Normanno vi fece costruire il famoso castello, attorno al quale ruota tutta la storia di questo paese.

Come in molti altri centri della Riviera, anche nel caso di Belvedere la zona balneare ha assunto un ruolo sempre più predominante rispetto al centro storico, dal quale dista circa 2 Km.

Da visitare la torre di Paolo Emilio e quella del Tirone, nonché il Castello Spinelli detto anche del Principe. Degno di nota per l’alto livello artistico raggiunto e la lunga tradizione popolare è la lavorazione della ceramica, da acquistare presso le botteghe locali o da ammirare nella Chiesa del Rosario di Pompei, completamente decorata con pannelli di ceramica, unica nel suo genere in Calabria.

A Belvedere sono nati San Daniele, il francescano che affrontò il martirio a Ceuta, oggi patrono del paese (si festeggia il 13 ottobre) e, Cecco Pisano, uno degli artefici della vittoria di Lepanto.