IL DENTICE

                               

Il dentice ha il dorso fortemente arcuato e alto, tipico della maggior parte degli Sparidi. Il corpo allungato, forte, compresso. Il capo, poderoso, ne denota l'indole aggressiva: la fronte alta, la bocca grande , orlata di grosse labbra, fornita di una dentatura robusta e caniniforme, con denti situati nella parte anteriore della mascella e della mandibola. Gli occhi grandi e vivaci hanno l'iride gialla. Sul dorso spicca una sola pinna sorretta nel tratto iniziale da 10 a 13 raggi spinosi. La coda ampia e forcuta, la pinna anale bassa e non molto lunga, sorretta da 3 spine robuste. Le pinne pettorali sono sviluppate a punta, pi modeste le ventrali.

I colori del dentice sono splendidi, hanno tinte iridate, ma si spengono subito quando il pesce viene tratto fuori dall'acqua. Solitamente il dorso azzurro lucente, i fianchi e il ventre sono bianco-argentei con lievi sfumature rosate e con macchioline nere disposte irregolarmente. Una macchia blu scura spicca all'attaccatura delle pinne pettorali. La colorazione tuttavia vari anche con l'et e, negli esemplari pi vecchi, pu presentare sfumature violacee.

Pesce di indole scontrosa, il dentice astuto e diffidente. E' un predatore aggressivo, in continuo movimento da solo oppure in coppia, talvolta in piccoli banchi, tanto pi numerosi quanto pi giovane l'et dei suoi componenti. Da pochi decimetri d'acqua fino a 200 m di fondo, il dentice va a caccia fra gli scogli o su fondali ghiaiosi frammisti o intercalati da praterie di posidonie e vegetazione varia, detriti rocciosi provocati da franamenti, relitti affondati.

Tutte le specie di dentici, essendo carnivore, si nutrono di piccoli e medi animali di ogni sorta, dai pesci ai crostacei, ai molluschi. Cibo prediletto sono le castagnole nere, quindi aguglie, sgombri, salpe, boghe, sardine,calamaretti e gamberetti.

Purtroppo la presenza di questo bel pesce si ridotta di molto lungo le nostre coste.