LA CANOCCHIA

La canocchia, detta anche pannocchia, è un crostaceo che si trova lungo tutte le coste del Mediterraneo e nell’Atlantico Orientale dalle Isole Britanniche all’Angola. La canocchia ha il corpo costituito da una corazza di colore bianco-grigiastra, simile alla madreperla. E’ particolare l'ultimo segmento addominale (Telson) che dorsalmente presenta due macchie nere orlate di bianco, le quali mimano due finti occhi. Le chele dispongono di un articolo mobile munito di 6 spine. Gli occhi sono voluminosi, reniformi e collocati su peduncoli mobili. La lunghezza massima è intorno ai 25 cm. Vive sui fondi sabbiosi, fangosi o detriti costieri, spesso in prossimità della foce dei fiumi o dello sbocco dei canali. Raggiunge profondità fino a 200 metri, ma generalmente gli esemplari vengono rinvenuti tra i 10 e i 50 metri. La canocchia è solitaria e fossaria, cioè vive durante il giorno in gallerie scavate nel fondo, da cui esce o a causa di forti mareggiate o durante la notte alla ricerca di cibo o per scopi riproduttivi .E' una specie a sessi separati, i quali sono morfologicamente differenti, infatti i maschi hanno gli organi copulatori alla base del terzo paio dei piedi locomotori. Si riproduce nella tarda primavera; la fecondazione è interna e le uova sono poi trattenute dalla femmina all'interno delle tane per alcune settimane fino alla schiusa. Si nutre di piccoli pesci, di organismi morti o di detriti. Viene generalmente catturata con le reti a strascico.