COME CHIEDERE IL DOPPIO COGNOME

 

E' possibile aggiungere al cognome paterno quello della madre anche se la procedura non ha tempi brevi.

Secondo l'articolo 84 del decreto 396 del 2000 si fa una domanda su carta bollata da 14,62 euro (allegando quattro altre marche uguali) al ministero dell'Interno tramite il Prefetto della provincia del luogo di residenza. Lui avvia l'istruttoria e trasmette la documentazione al ministero che autorizza l'affissione della richiesta all'albo pretorio in Comune. Dopo 30 giorni di pubblicazione ne seguono altri 30 per eventuali opposizioni. A quel punto il ministro autorizza il cambiamento e ordina all'ufficiale di stato civile del Comune di apportare la variazione nei registri di stato civile.

Su www.interno.it alla voce "cambio nome e cognome" della sezione "Come fare" si trovano tutte le informazioni.