LA LAVANDERIA E' RESPONSABILE DEI CAPI CHE PRENDE IN CONSEGNA

 

Chi ha una tintoria deve rispettare il cosiddetto contratto di servizio che lo lega al cliente, pulendo il capo e riconsegnandolo nello stato in cui si trovava.

Se il capo viene smarrito bisogna chiedere di attivare la procedura di rimborso con l'assicurazione.

E' molto semplice: il cliente compila un modulo, indicando il valore del capo e allegando tutti i dati utili, come lo scontrino d'acquisto o un altro tipo di ricevuta (anche bancomat, estratto conto), che lo confermino. Può servire  anche qualsiasi foto che testimoni lo stato di conservazione: più documenti si presentano meglio è, visto che il rimborso viene sempre calcolato in base alle condizioni di usura e all'età del capo.

Normalmente basta un mese per ricevere la proposta di risarcimento da parte dell'assicurazione.

Nel caso in cui l'assicurazione non dovesse riconoscere un risarcimento congruo, si può tentare la conciliazione. In pratica si cerca di trovare un accordo chiedendo la mediazione (gratuita) della Camera di Commercio: le informazioni si trovano su www.conciliazione.camcom.it o chiamando Unioncamere (Unione italiana delle camere di commercio) allo 0647041.