SE ANDATE ALL'ESTERO NON DIMENTICATE IL KIT DI FARMACI E LA TESSERA SANITARIA

 

La nuova tessera sanitaria vale anche come Tessera europea di assicurazione malattia (Team) in tutti i Paesi dell'Unione, in Norvegia, Islanda, Liechtenstein e in Svizzera. Dal 2005 non occorre più richiedere alla Asl il rilascio del modello E111 per usufruire dei servizi sanitari fuori dall'Italia. Sono assicurate le cure "medicalmente necessarie" e non solo quelle urgenti. Recandosi nelle strutture sanitarie pubbliche dei Paesi dove si soggiorna, quindi, ci è dovuta (come in Italia) assistenza diretta sia a seguito di un incidente o un infortunio (urgenze) che per una malattia improvvisa (per esempio un'influenza) o uno dei guai estivi (scottature,colpo di calore, malori, disturbi intestinali...). L'assistito dovrà pagare il ticket in vigore nello Stato in cui riceve le cure. Non è previsto il rimborso delle spese per il trasporto dell'ammalato in Italia.

Smarrita o mai ricevuta. Si può chiedere alla Asl un duplicato della Team, anche on line al sito www.agenziaentrate.it (link, Servizi, Codice fiscale/tessera sanitaria). Altre informazioni al numero verde 800 030 070.

Rimborsi. Se non è possibile usare la Team, al rientro in Italia si può chiedere alla Asl il rimborso delle spese sanitarie pagate. Ma è necessario presentare le ricevute di pagamento e la documentazione sanitaria.

Extra Europa. In alcuni Paesi accordi bilaterali garantiscono l'assistenza gratuita, ma solo per le cure urgenti. I principali: Stati Uniti, Argentina e Australia. Informatevi comunque prima di partire presso le Asl. Se non c'è copertura, stipulate una polizza assicurativa malattia per il periodo di soggirono previsto: alcuni tour organizzati la prevedono già nel pacchetto viaggio.